La (nostra) Pastiera Napoletana

La tradizione dolciaria partenopea è proprio nelle nostre corde. Ci piace!
Ricordate, qualche settimana fa, in occasione della festa del papà avevamo parlato di Zeppole di San Giuseppe, una specialità che nasce proprio nel capoluogo campano.
Non solo parlato… vi abbiamo anche dato modo di assaggiarle!
Oggi vi narriamo, invece, di uno dei dolci tradizionali della Pasqua.
È la regina assoluta di moltissime tavole, ormai in tutta Italia.
Da noi la potete acquistare previa ordinazione: La Pastiera Napoletana.


Origini della Pastiera



Un’antica leggenda afferma che la prima a preparare una Pastiera Napoletana fu la sirena Partenope, a cui si devono i natali della città di Napoli.
Secondo la leggenda Partenope ricevette in dono alcuni prodotti – farina, ricotta, uova, grano tenero, acqua di fiori d’arancio, spezie e zucchero – da alcune fanciulle della città che volevano dimostrarle gratitudine. La dea dalla voce melodica mescolò questi ingredienti dando vita alla prima pastiera.

Secondo altre fonti la ricetta della Pastiera proviene dalle moglie dei pescatori del Golfo che avrebbero deposto sulla piaggia, come omaggio al mare, ceste colme di ricotta, frutta candita, grano, uova e fiori d’arancio, raccogliendone poi il frutto – ovvero la Pastiera – il giorno seguente.
Questa narrazione evidenzia la concordanza con gli antichi riti pagani per la celebrazione della primavera. Il frumento era simbolo di ricchezza e fecondità; le uova di vita; la farina la ricchezza, la ricotta l’abbondanza, i fiori d’arancio rimandano ai profumi del sud; lo zucchero la dolcezza.

L’ipotesi più accreditata, tuttavia, sostiene che la pastiera napoletana sia nata nel sedicesimo secolo tra le mura di un convento di San Gregorio Armeno, la famosa strada dei pastori nel cuore del centro storico di Napoli. L’opera sarebbe attribuita alle suore benedettine. Furono loro, secondo la storia, a riunire in un unico dolce i prodotti simbolo del periodo pasquale, a cominciare dalle uova che rappresentano nella simbologia cristiana la nascita.
Le suore del monastero avviarono una consistente produzione di pastiere durante la settimana santa per offrirle ai signori della ricca borghesia partenopea.


Com’è la nostra Pastiera

La pastiera è una torta con base di pasta frolla farcita con una farcia di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano bollito nel latte.
La caratterizza un aspetto classico, ma diverso a seconda della mano che la prepara: sopra si trovano sempre delle striscioline intrecciate di pasta frolla disposte a croce di Sant’Andrea.
L’interno invece è composta da un ripieno morbido, in cui si intrecciano i sapori e i profumi delle spezie e degli aromi utilizzati nella preparazione, quali cannella, canditi, scorze d’arancia, vaniglia e acqua di fiori d’arancio.
A noi piace la versione tradizionale, pensata per un palato contemporaneo… ovvero con un profilo alleggerito ma carico di gusto!

Per ordinare la Pastiera Napoletana consulta questo articolo.

Sede: Corso Moncalieri, 256, 10133 Torino TO | REA - Regione impresa - Cap. Sociale | P.IVA | +39 011 024 0113 | info@lamonacapasticceria.it | Privacy policy | Cookie Policy
Powered by BECAUSE